Tag

Albania

Browsing

Girocastro è un antico bazar che sa di Oriente.
E’ un vecchio caravanserraglio e un piccolissimo caffè che profuma di secoli lontani.
Raccontare cosa vedere a Girocastro sarebbe riduttivo: qui è l’atmosfera che va respirata, tra le strette vie dell’antico mercato e le leggende consumate tra le mura del castello.
Bisogna passeggiare, senza fretta e senza uno scopo preciso, osservando le case tradizionali con i tetti in pietra. Bisogna sedersi ad un tavolino accanto al sorriso di anziani uomini dai silenzi infiniti, come i caffè polverosi dal sapore d’impero ottomano.

A Berat le stradine ciottolate si fanno spazio tra le case in sasso aggrappate alla collina del quartiere Mangalem.
Lassù la grande fortezza vigila su città e vallata, mentre qualche slargo tra gli edifici offre scorci sulle acque del fiume Osum. Di fronte si trova il quartiere ortodosso, con le sue Croci. Mangalemi, invece, è la zona di Berat dove risuona il canto del Muezzin.

Berat la chiamano anche “la città dalle mille finestre” ed è la meta più affascinante che abbiamo visitato durante il nostro viaggio in Albania. E’ una cittadina piccola ma da visitare con calma.

Se è vero che ogni Paese ha il proprio eroe nazionale, non c’è alcun dubbio sul fatto che per l’Albania sia Giorgio Castriota Skanderberg.
Sul castello di Kruje sventolava l’emblema della sua casata: quell’aquila nera a due teste diventata poi la bandiera dell’Albania.
Vien da sé quindi che la storia di Kruje e quella di Skanderberg siamo indissolubilmente legate.

Tra i vari motivi per cui vale la pena fare un viaggio in Albania, c’è senza dubbio la sua cucina!
E se vi state chiedendo cosa mangiare in Albania, sappiate che il territorio albanese si estende dal mare alle montagne balcaniche; è stato a lungo sotto dominio turco ed influenze greche e italiane e ha ben assimilato tradizioni, abitudini e gusti culinari di tutti i popoli che l’hanno attraversato.
La cucina albanese quindi offre una varietà di pietanze che saprà accontentare tutti i gusti.

Prima di scrivere questo post è necessaria una doverosa premessa: Durazzo è probabilmente la località dell’Albania che ci ha convinto di meno e il suo mare non è il più bello del Paese.

Forse perché venivamo da 20 giorni tra l’atmosfera balcanica dell’interno (che noi tanto amiamo) e il mare incantevole del Sud del Paese delle Aquile, o forse perché il mare qui assomiglia molto alla costa Adriatica. O forse perché l’esplosione urbanistica e fuori controllo ha reso Durazzo un agglomerato disordinato di case, senza un apparente raziocinio.