Tag

Featured

Browsing

Berlino è un originale mix di fermento artistico e di storia, di imponenza e di trasgressione.
O, almeno, così sembra.
A Berlino si ritrovano dei tratti caratteristici di tutte le grandi città dell’Est Europa.
Di quella “cortina di ferro” che ha costretto alla repressione, al silenzio e agli sguardi bassi la popolazione.
We are the people” gridavano a est in quel 1989.

Napoli ci piace. Ma proprio tanto.
Napoli non si discute, non si giudica; non si deve provare a capirla.
A Napoli ci si deve lasciare trascinare. Napoli è un fiume in piena. Un susseguirsi di botteghe, portici, colori, venditori chiassosi, chi ti legge la mano e chi ti vende un cornetto rosso fuoco. Una statua di pulcinella, una piazza che si apre improvvisa su una Chiesa barocca, una musica neomelodica. Il profumo di un panificio, la vetrina zeppa di cibo, l’odore del pesce, l’acqua di scolo. I murales di Maradona e di San Gennaro.

Qui sono le contraddizioni di una città travolgente che ti avvinghia, ti stupisce, ti affascina, ti toglie il respiro e non ti dà tregua.

Appena scesi dal treno a Rovaniemi, si viene travolti da un profumo di legna e resina. Legna appena tagliata: quel profumo che ricorda le segherie dell’Alto Adige.  Del resto, durante una luminosissima notte artica, abbiamo percorso chilometri e chilometri di foreste; non è difficile intuire come il legno sia il materiale più utilizzato, venduto ed esportato in Lapponia.

Fare i turisti a Sydney è quasi del tutto inutile. C’è poco da vedere, pochissimo da visitare ma moltissimo da “fare”. La città potrebbe essere inserita, a buon diritto, nella top ten delle più vivibili al mondo e come tale non va vista, ma vissuta.
Giovane, dinamica e vivace con un gran numero di negozi, centri commerciali e ancor più di locali e ristoranti dove cenare o, più semplicemente, dove bere un aperitivo ascoltando musica live.

Il sole sta per tramontare quando atterriamo a San Francisco.
Abbiamo scelto un hotel nella zona del Ferry Building, il terminal portuale, evitando accuratamente il Fisherman’s Wharf per il timore fosse affollato e troppo turistico. Timore, scopriremo successivamente, decisamente fondato!
La città di San Francisco è inserita in una baia tra le più celebri al Mondo dove spicca il Golden Gate Bridge.

New York è probabilmente la città del mondo più descritta, fotografata, raccontata e conosciuta. Le guide turistiche non si contano, le riviste specialistiche riempiono pagine di articoli e consigli più o meno utili.

Proviamo anche noi, come tanti già hanno fatto, a proporvi un elenco di esperienze che abbiamo provato e che ci sentiamo di suggerire.

Entrare nel cuore di una montagna è sempre una missione da grandi esploratori!
Se poi dentro la montagna c’è una miniera in cui si estrae il sale fin dai tempi dei celti, l’emozione è ancora più forte. Siamo ad Hallein, a pochi chilometri da Salisburgo, per visitare la più grande risorsa della zona.
Quella che ha dato nome, benessere e ricchezza a tutto il territorio.

Ciò che in un viaggio ci dà più soddisfazione, fino a rappresentare il senso stesso del partire, è andare sempre a guardare “dietro l’angolo”, è conoscere ed interagire con le persone diverse, con diverse abitudini, culture e tradizioni.

Nei nostri viaggi abbiamo sempre cercato contatti con la gente, con chi un luogo lo vive ogni giorno e ti può così raccontare qualche aneddoto sconosciuto o, più semplicemente, il suo punto di vista. E così, abbiamo sempre condiviso storie, stretto mani e abbracciato bambini…tantissimi bambini, spesso sporchissimi e sorridenti!