Tag

viaggi in famiglia

Browsing

Quando si pensa a cosa vedere a Avignone, è inevitabile l’associazione immediata con il Palazzo dei Papi. Effettivamente si tratta della più imponente costruzione della città e ben rappresenta, non solo per le dimensioni, l’importanza che Avignone ha avuto durante il periodo medievale.

Ma noi, a raccontarvi questa città, vogliamo partire invece da una piccola strada ciottolata: Rue de Teinturiers.

Tokyo è una metropoli immensa e sconfinata: appare più come un insieme di grandi città piuttosto che come un centro urbano dal carattere omogeneo e non è facile raccontare cosa vedere a Tokyo.

Si rischia infatti di passare con estrema facilità dai vicoli stretti, con una solida tradizione artigianale, ai palazzi futuristici con videoschermi giganteschi, di visitare un giardino zen o un tempio buddista nel bel mezzo di un borgo ad altissima densità abitativa o di scorgere una piccola izakaya (tipica trattoria giapponese) e subito dietro le luci al neon di un chiassoso centro commerciale.

La Grande Montagna è sempre lì. Si fa vedere da ogni angolo, anche in lontananza.
Salire sul Monte Bianco è una tentazione irresistibile.
L’uomo da sempre ha desiderato andare su. In cima, per guardare oltre, per guardare giù, per vedersi più vicino al cielo.
E’ un richiamo irresistibile quello della montagna: superare i propri limiti, andare oltre le proprie possibilità.
Portare fin lassù una corda d’acciaio e costruirci una funivia. Una follia. Era il 1941, la prima volta.

Cordoba compone assieme a Siviglia, Granada e Malaga il magnifico “quadrilatero andaluso”  nel sud della Spagna.
E’ la meta perfetta per chi vuole mangiare bene ed esplorare la città a piedi, perdendosi tra antiche botteghe e meraviglie architettoniche. Prendetevela pure con comodo; il centro storico è piuttosto compatto e il tutto si può visitare in una giornata.

Trascorro l’inverno e la primavera sognando acque cristalline e sabbia finissima, ma poi all’improvviso, come spesso mi succede, mando tutto all’aria, voglia di mare compresa, e decido di tornare a “casa”. Si, perché quando torni in un posto per la quarta volta significa che per certi aspetti lì hai trovato la tua “casa”. Per me Irlanda vuol dire semplicemente ”casa”.

Se vi recate in Olanda per una vacanza in famiglia, non potrete non essere travolti dalla voglia di visitare la rinomata capitale di questo magnifico Stato confinante con la Germania e il Belgio. L’Olanda, indubbiamente famosa per i suoi formaggi, i caratteristici paesaggi, le ottime birre e per consentire a chi viene di usufruire liberamente anche dei cosiddetti “Coffe Shop”, riserva però molte ben altre sorprese…

Obidos è una cittadina medievale molto pittoresca e ben conservata, pertanto rappresenta una tappa imperdibile lungo un viaggio on the road in Portogallo.
Situata su un’altura, vicino alla costa atlantica, offre tutta la sua bellezza già da lontano, poiché il suo profilo è perfettamente riconoscibile percorrendo l’autostrada A8 che collega Lisbona a Leiria.
Oggi vivono ad Obidos circa 3.000 abitanti, ma durante l’estate l’atmosfera si rianima (e non di poco!) grazie ai festival medievali e ai turisti che invadono letteralmente questo piccolo borgo fortificato.