Oggi scriviamo con grande piacere il post con cui rispondiamo alle domande del Sunshine Blogger Award!
Cos’è il Sunshine blogger award? E’ un riconoscimento, una sorta di premio per i blog che provano ad essere fonte di ispirazione per chi lo legge. Chi viene nominato risponde ad alcune domande su sé stesso e sul suo blog. Un modo per raccontarsi e per svelare qualcosa del proprio lavoro e delle proprie passioni.

Un enorme ringraziamento a Rosalia di Città Meridiane per aver pensato a noi e averci dato la possibilità di raccontarci!

Ed ecco le nostre risposte:

Di cosa parla il tuo blog?
Noi amiamo definirci un blog di viaggio “con” bambini e non “per” bambini. E’ una differenza sottile ma che ben esprime il nostro modo di viaggiare e di raccontare: non parliamo solo di attività, mete e “cose da fare” per i bambini. Infatti raccontiamo le mete dei nostri viaggi nelle loro svariate sfaccettature, naturalmente con un occhio di riguardo a ciò che può piacere ai più piccoli, ma non dimentichiamo di dare consigli e suggerimenti anche ai genitori! Parliamo quindi anche di cibo tipico, di cantine, di musica e concerti… perché viaggiare con i propri bambini è supendo, ma se si conciliano i piaceri di tutta la famiglia…è meglio!

Dove hai fatto il tuo primo viaggio all’estero?
Domanda difficilissima! Il primo viaggio all’estero risale alla notte dei tempi.

Il primo viaggio all’estero di coppia è stato un “on the road” in Spagna tra Paesi Baschi, Madrid e dintorni. Era il secolo scorso! Il primo oltreoceano di coppia è stato il Guatemala, sempre “on the road” e sempre solo con il biglietto aereo e zaino!

Preferisci il mare o la montagna?
Ehm…entrambi non si può?

Li amiamo entrambi, in modo diverso. Amiamo nuotare tra i pesci, amiamo il rumore delle onde sugli scogli, i tramonti infuocati all’orizzonte. Staremmo ore a contemplare l’acqua… e i nostri bambini non smetterebbero mai di tuffarsi. E più alte sono le onde, più divertente è lanciarsi in mezzo. Una delle più belle esperienze in mare: le uscite di avvistamento di balene e delfini alle Azzorre.

La montagna è bellissima per il senso di libertà assoluto che può dare. Camminare scalzi su un prato, bere da un ruscello in alta quota o raccogliere le fragoline di bosco e mangiarle è impagabile, soprattutto per chi vive in città. Qualche giorno di montagna per noi è sempre rigenerante!

Ti piace assaggiare piatti tipici di altri paesi?
Che senso avrebbe un viaggio senza provare la cucina tipica?

Noi abbiamo sempre assaggiato tutto e anche i nostri bambini sono curiosi da questo punto di vista.

Abbiamo assaggiato renna, lama, orso, squalo…cavallette fritte, armadillo e nutria. Si, si…avete capito bene: una nutria alla griglia, nel villaggio di Yapacanì, seduti sulle rive di un fiume nella foresta pluviale in Bolivia.

Ecco, c’è da dire che qualche volta le papille gustative non hanno molto gradito, ma siamo sempre sopravvissuti!

Cosa ti spinge a viaggiare?
Il fatto che nella vita precedente eravamo nei navigatori portoghesi, o degli esploratori inglesi!

Non lo sappiamo. Non c’è un perché. Ci sono delle sensazioni che ti fanno stare bene quando sei in giro per il Mondo. C’è la curiosità di conoscere luoghi, di ascoltare le storie delle persone, di assaggiare cibi, sentire musiche e annusare profumi sconosciuti. Di sorridere e abbracciare…non sappiamo neanche chi!

E quando una cosa ti fa stare bene, hai voglia di rifarla, di ripeterla. Il viaggio è un’esperienza piacevole che si autoalimenta: più viaggi, più viaggeresti!

Che musica ascolti in auto?
Ecco…e qui c’è da distinguere! Un po’ come “avanti Cristo e dopo Cristo”, c’è il nostro “avanti figli” e “dopo figli”.

Prima ascoltavamo la “playlist da viaggio”: tanto brit pop, un po’ di country, musica balcanica e qualche sana canzone italiana da gridare a squarciagola.

Ora a questa abbiamo aggiunto un bel po’ di Zecchino d’Oro (e una cantatina con i bambini confessiamo che la facciamo anche noi!) e le “top hits” degli adolescenti (che invece troviamo difficilmente ascoltabili…).

Hai mai provato sport estremi?
Io (Andrea) si. Ho provato il bungee jumping, ma correva il secolo scorso!

Lo rifarei, ma in quell’occasione ho scoperto che soffro di vertigini…

Proverei il paracadutismo e (molto più volentieri) il volo dell’angelo in Basilicata. Nonostante le vertigini!

Ti piace viaggiare in gruppo o da solo?
Viaggiare in gruppo è la cosa più difficile del mondo!

Il viaggio è troppo soggettivo ed è davvero complicato condividere con un gruppo di persone le idee, i programmi, le abitudini… diciamo che viaggiare in gruppo è un compromesso continuo, mentre da soli si ha la libertà di assecondare solo i propri desideri!

Hai mai fatto un viaggio on the road?
Facciamo solo viaggi on the road!

Ci piace l’idea di spostarci, di vedere posti diversi. Anche se con i bambini abbiamo ovviamente rallentato i ritmi.

I più bei viaggi on the road: Andalusia; Messico e Guatemala; Balcani.

Quali Paesi d’Oriente ti affascinano di più?
Il vicino Oriente ci affascina tantissimo.

Tra i sogni in lista abbiamo l’Iran, la Giordania, l’Oman, l’Uzbekistan. Tutti viaggi fattibili e che faremo…appena possibile!

Hai mai fatto viaggi last minute?
Un estate di qualche anno fa non avevamo organizzato nulla. Siamo entrati in un’agenzia e abbiamo preso il primo pacchetto invenduto disponibile. Era lunedì mattina e il mercoledì siamo partiti per due settimane a Capo Verde, sull’isola di Boavista.

L’unico piccolissimo problema è che eravamo in villaggio e noi in villaggio (tra gioco aperitivo, acquagym, freccette, musica a palla e cuoco italiano) riusciamo a resistere più o meno un quarto d’ora.

E infatti dopo due giorni siamo evasi dal villaggio, siamo entrati in un’agenzia locale e abbiamo preso dei voli interni per gironzolare nell’arcipelago. Solo che non abbiamo avvisato nessuno, al villaggio.

Ci hanno cercati ovunque e stavano attivando le ricerche dei due scomparsi!

Poi siamo tornati…

 

Queste sono le nostre risposte, e speriamo di avervi strappato un sorriso!

Al termine delle nostre risposte di solito si nominano altri blogger per coinvolgerli nel gioco, ma sono tante le persone che seguiamo e di cui leggiamo volentieri le storie e limitarsi a 11 sarebbe riduttivo!

E poi abbiamo visto che molti degli “amici di social” già hanno risposto, quindi lasciamo a chiunque abbia voglia, la possibilità di giocare un po’ con noi!

1 Comment

  1. Molto divertenti le vostre risposte! Il post può essere assimilato a un bicchiere di buon vino che ti godi fino all’ultima goccia sul fondo. 👏

Write A Comment