Sapevate che la città di Ulm vanta due record da Guinness dei primati?
E che ha dato i natali nientemeno che ad Albert Einstein?
Ulm è l’ultima tappa del nostro viaggio in Baviera e dopo oltre una settimana di paesini medievali della Romantiche Strasse, case a graticcio e antichi castelli è la prima città che incontiamo.

Alloggiamo al B&B hotel, una catena dall’ottimo rapporto qualità prezzo, che si trova vicino alla stazione e a pochi minuti di passeggiata dalla Cattedrale.

Proprio il Münster rappresenta il primo record cittadino: con i suoi 768 gradini e 161 metri di altezza è il campanile più alto del Mondo. Dalla cima, se avete il fiato di salire, dicono si possano vedere la Selva Nera e le Alpi…dicono, perché noi siamo stati scoraggiati da una giornata di foschia (o dal fatto che non avremmo avuto abbastanza fiato!).

La Chiesa è un bellissimo esempio di architettura gotica; risale al 1377 e la sua costruzione durò addirittura 500 anni. Nella MünsterPlatz ogni mercoledì mattina si tiene un mercato di prodotti alimentari: utile se volete provare prodotti tipici a prezzi contenuti.

Al lato della Cattedrale, a poca distanza, inizia il FischerViertel, l’antico quartiere dei pescatori. Le caratteristiche case a graticcio medievali sorgono sulle rive del fiume Blau che, prima di tuffarsi nel Danubio, forma due canali. La zona è la più vivace della città, piena di negozietti di antiquariato, qualche galleria d’arte e tantissimi locali tipici. Un susseguirsi di piccoli ponti, terrazzini, mulini e tanto, tanto verde. Sedersi ai tavolini, all’ombra degli alberi e accanto all’acqua che scorre è un modo piacevole per trovare refrigerio nelle calde serate estive!

Passeggiando per il FischerViertel si incontra il secondo record da Guinness: la casa più storta del Mondo!
La costruzione, che oggi ospita l’hotel Schiefes Haus, risale agli inizi del 1400 e non si può non notare quanto pericolosamente penda verso il canale! Sinceramente non so se mi affaccerei serenamente da una delle finestre sull’acqua!

Poco oltre il curioso hotel pendente si trova un altro capolavoro di Ulm: il Municipio. Il Rathaus risale al 1300 ed è completamente affrescato e sulla sua facciata si trova un bellissimo orologio astronomico.
Il Rathaus e tutta la Marktplatz erano protetti dalla grande cinta muraria in mattoni rossi che fiancheggia il Danubio. Se cercate una zona dove sdraiarvi sull’erba a riposare, magari per una pausa pranzo, osservando scorrere le acque placide del fiume, questo è il posto giusto!

Se invece avete voglia di farvi una passeggiata potete risalire verso la MünsterPlatz, percorrete le vie pedonali intorno alla Cattedrale: incontrerete deliziosi quartieri residenziali che portano all’Arsenale del ‘500 e all’odierno Tribunale. Proprio accanto all’ingresso si trova una curiosa fontana che raffigura Einstein nella sua espressione più famosa: capelli spettinati e lingua fuori!

Il centro di Ulm e i punti di maggior interesse sono raccolti in una zona relativamente piccola che si può tranquillamente visitare in una giornata, concludendo la visita in uno dei graziosi e raffinati ristoranti del FischerViertel!

Qualche informazione di servizio:

Per dormire a Ulm ci sono molte possibilità: come tutte le città grandi offre soluzioni in catene di alberghi anche a basso costo. Noi abbiamo scelto B&B Hotel, dove una spaziosa camera quadrupla ci è costata 82€ a notte (colazione esclusa).

Per mangiare a Ulm avete solo l’imbarazzo della scelta! Entrate nel FischerViertel e sedetevi dove più vi ispira: troverete biergarten ma anche deliziosi ristoranti. Noi abbiamo provato:

Zur Lochmülhe: una biergarten ricavata in un vecchio mulino sul canale. Quanto vecchio? Del 1612! Piatti tradizionali, atmosfera conviviale e prezzi più che accettabili.

Zur Forelle: ristorante piccolo e raffinato alla fine del FischerViertel, attivo fin dal 1626. Tavolini sistemati sotto agli ombrelloni su un piccolo ponticello o sul porticato che dà sul canale. Piatti tradizionali rielaborati che incontrano i gusti anche più difficili (tipo i bambini!!)

Write A Comment